Rinnova  il tuo negozio con il  “retail design”

 

Per rinnovare il tuo negozio fatti aiutare dal “retail design”, un’evoluzione dell’interior design per progettare gli spazi commerciali affinché  siano in grado di coinvolgere il consumatore, rispondere perfettamente alle sue esigenze e per creare forme di relazione innovative tra i prodotti e gli acquirenti. Si tratta di una disciplina complessa, che crea un connubio tra  design e psicologia dei consumi.

Progettare l’interno del tuo negozio al dettaglio è un argomento che ho voluto inserire nel blog nel tentativo di aiutare i commercianti ad avere più successo nelle vendite .

Se ti stai domandando come iniziare  il layout del tuo negozio e il design del punto vendita, in questo articolo cercherò di darti alcune nozioni da tenere presente   quando si tratta di creare interni di vendita al dettaglio efficaci che attraggano più clienti nel tuo negozio e che ti aiutino a vendere di più.

L’importanza del target

L’arredamento, il design, il mood del tuo spazio deve aiutarti a creare un’atmosfera coerente all’identità del tuo prodotto, che avvolga a 360° il cliente in target. Conoscere il target, capire l’identità del tuo prodotto e quindi del tuo negozio  sono due elementi importanti da tenere in considerazione quando decidi di ristrutturare e migliorare il tuo spazio vendita, altrimenti rischierai di fare un arredamento bello, ma che non attira l’acquirente e non ti aiuti nella vendita, perché non rispecchia la propria identità e non parla al target.

Facciamo un esempio molto semplice: se vendi scarpe sportive, il tuo target sarà composto principalmente da sportivi, da giovani, da gente dinamica che apprezza la tecnologia, l’essenzialità, pertanto il tuo negozio dovrà corrispondere ai loro gusti, le loro preferenze; se vendi un prodotto di sartoria, nel tuo target rientreranno persone che amano la qualità, che apprezzano i dettagli, che amano il lusso e  il loro gusto sarà  diverso da quello dello sportivo.

Shopping experience 

Sarà necessario  pensare ad  uno store design che  focalizzi  la sfera emotiva del cliente offrendo uno shopping experience memorabile.

Progettare la disposizione degli arredi dividendo lo spazio tra zone: la zona ingresso di decompressione, la zona del prodotto principale, la zona cassa, ecc.; analizzando le aree funzionali, le zone di circolazione e di rispetto, ti aiuterà a razionalizzare le vendite. Una corretta progettazione studierà i colori più adatti; userà i  materiali che meglio si adattano al contesto, al prodotto, al target, alle luci come elemento fondamentale, senza tralasciare la comunicazione attraverso le vetrine e l’insegna.

Facciamo un altro esempio.

I consumatori, o almeno il 90%  di essi, entrando in uno  spazio vendita  gira a destra inconsciamente. Quindi la porzione di spazio che vedono determina la prima impressione sula tua merce. Pertanto, assicurati di prestare un’attenzione speciale su ciò che vuoi sia visualizzato e su come sia visualizzato.

Dovrai riuscire a catturare l’attenzione dei tuoi clienti con i prodotti che hai messo in mostra, che si tratti di articoli nuovi o stagionali, prodotti ad alto profitto o molto richiesti o il  luogo in cui raccontare le storie dei tuoi prodotti e la tua come commerciante.

Invece di riempire il tuo negozio con tanti oggetti, decorazioni e soprammobili irrilevanti che il tuo cliente non saprà nemmeno se guardare prima, optare per un design pulito e chic che darà all’utente lo spazio per respirare e sentirsi a proprio agio mentre fa acquisti.

 

 

La personalizzazione

Una shopping experience, che coinvolga emotivamente i 5 sensi all’interno del punto vendita, si può fare per ogni tipo di prodotto. Questo  significa non puntare solo sulla vendita del prodotto, ma mettere più enfasi  sull’intrattenimento, sull’ospitalità e sul servizio.

I consumatori che acquistano un prodotto vogliono che l’articolo racconti la sua storia, che si inserisca perfettamente nel  loro stile di vita e  che sia esclusivo. Permettere al proprio cliente la personalizzazione del proprio acquisto rende anche lo shopping più mirato e molto più divertente.

Shopping online 

Il consumatore di oggi è  sempre più evoluto:  legge sul web le recensioni e i feedback sui prodotti e, di conseguenza, acquista in maniera più ponderata.

Il negozi devono migliorare i propri servizi di pre e post vendita studiando a fondo la propria clientela e per questo  è necessario raccogliere e organizzare i dati per conoscere gusti ed esigenze: informazioni chiave che si possono ottenere sia dal contatto diretto nel negozio, sia dalla navigazione nello store online.

Il canale online non rappresenta un pericolo per i negozi fisici, ma un’integrazione che devi saper usare a tuo vantaggio. Il tradizionale punto vendita  non è destinato a scomparire in quanto è ritenuto uno strumento fondamentale per creare legami e relazioni umane con i clienti. Chi sceglie di visitare un negozio preferisce l’esperienza di acquisto al semplice possesso di un prodotto.

Il tuo negozio riuscirà ad essere efficace quando incuriosirà, susciterà valori emozionali, sarà capace di raccontare una storia. Il negozio assomiglia sempre più a un palcoscenico in cui si accetta la sfida di sorprendere il cliente, vero centro delle strategie di progettazione e di comunicazione, e di coinvolgerlo in una narrazione autentica.

Ti porto un ultimo esempio …

Se commercializzi food, pensa alle consumazioni veloci in loco che permettono al cliente di vivere il punto vendita in modo alternativo, offrendogli la possibilità di acquistare e gustare i prodotti offerti.